Bogart Hotel - MAX GRASSI

MAX GRASSI
Sito ufficiale
Max Grassi
Vai ai contenuti
Canzoni

...E cosi' non andremo piu' in cerca di avventure,
nella notte piu' tarda, sebbene il cuore
continui ad amare come prima,
e la luna brilli con la stessa intensita
G.G. Byron


Antonio “Rigo” Righetti: basso
Robby Pellati:batteria
Lorenzo Galletti: chitarra elettrica, tastiere
Max Grassi: chitarra acustica, archi

BOGART HOTEL


ECCOMI QUA, DI NUOVO A CERCARTI
E TU CHISSÀ SE ANCORA CI SEI
SE PASSI MAI DA QUESTE PARTI
SE TI RICORDI IL BOGART HOTEL
 
PASSANO GLI ANNI, CORRONO I GIORNI
HAI FATTO TARDI COME FACEVI CON ME?
OPPURE SEI STATA A RINCORRERE IL VENTO
CHISSÀ SE HAI VINTO E CHISSÀ SE…

DOPO TUTTO IL TEMPO ORMAI
SEI RIUSCITA A PERDONARMI
PER IL VUOTO CHE HO LASCIATO
PER TUTTE LE VOLTE CHE HAI CHIESTO DI ME
 
VIENI FUORI ADESSO DAI
CH’IO NON RIESCO A RITROVARTI E…
STO ASPETTANDO SENZA UN SENSO
SOTTO LA STELLA DEL BOGART HOTEL
 
SE TU FOSSI QUA, SE POTESSI INCONTRARTI
MAGARI SOLTANTO PER OFFRIRTI UN CAFFÈ
E PER DIRTI ANCORA: “MA TI RICORDI QUEI GIORNI?”
CHISSÀ SE CI PENSI, CHISSÀ SE RITORNI

OLTRE QUESTA STRADA SAI
NON SAPREI DOVE CERCARTI E…
STO ASPETTANDO SOLO UN CENNO
COME QUEL GIORNO AL BOGART HOTEL

Un brano che, usando la metafora della canzone d’amore, racconta il passaggio dalla gioventù all’età matura
Management:    Loregalle@yahoo.com
Torna ai contenuti